Pagamenti dell’amministrazione

Anno 2014

Ai sensi dell’art. 33 del D.Lgs. 33/2013 e dell’art. 10 del DPCM del 22 settembre 2014, si pubblica l’indicatore annuale di tempestività dei pagamenti per l’anno 2014.
Valore dell’indicatore: -18,83

Anno 2015

Ai sensi dell’art. 33 del D.Lgs. 33/2013 e dell’art. 10 del DPCM del 22 settembre 2014, si pubblica l’indicatore annuale di tempestività dei pagamenti per l’anno 2015.
Valore dell’indicatore: -26,63

Anno 2016

Ai sensi dell’art. 33 del D.Lgs. 33/2013 e dell’art. 10 del DPCM del 22 settembre 2014, si pubblica l’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti per l’anno 2016.
Valore dell’indicatore annuale: -18,85

Anno 2017

Ai sensi dell’art. 33 del D.Lgs. 33/2013 e dell’art. 10 del DPCM del 22 settembre 2014, si pubblica l’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti per l’anno 2016.
Valore dell’indicatore annuale: -26,69

Anno 2018

Ai sensi dell’art. 33 del D.Lgs. 33/2013 e dell’art. 10 del DPCM del 22 settembre 2014, si pubblica l’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti per l’anno 2016.
Valore dell’indicatore I trimestre: -23,12
Valore dell’indicatore I trimestre: -27,59
Valore dell’indicatore I trimestre: -21,38

Albo pretorio

Si pubblica l’art. 56 del Contratto Nazionale di Lavoro del 6/02/2005 relativo al personale del Comparto Delle Istituzioni di Alta Formazione e Specializzazione Artistica e Musicale per il quadriennio normativo 2002-2005 e il biennio economico 2002 -2003. CODICE DISCIPLINARE

Questa amministrazione, a decorrere dal 06/06/2014, non accetta fattura, anche sotto forma di nota, conto parcella e simili che non sia trasmessa in forma elettronica secondo il “Formato della fattura elettronica” del DM n.55/2013, le specifiche tecniche sono reperibili sul sito www.fatturapa.gov.it Codice univoco ufficio: UF0BTD.

Si comunica a tutti i fornitori che l’Art. 1, comma 629, lettera b) , della legge 23 dicembre 2014, n.190 stabilisce che per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di una serie di enti pubblici tra i quali sono comprese anche le istituzioni AFAM, prestazioni per le quali tali cessionari o committenti non sono debitori d’imposta sul valore aggiunto, l’imposta è in ogni caso versata dai medesimi secondo modalità e termini fissati con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze.

DECRETO_Split_Payment

Fatturazione elettronica